Italian
Agile Days 2021

The Italian Agile conference, 18th edition
12-13 November 2021

The Event

The Italian Agile Days is the main Italian conference aimed at people interested in Agile and Lean practices.
The official program and the list of the speakers have been published.
Follow us on social networks to keep you up to date on the event. You will also find there the link to the form to send us your applications to the "unconference" of the Friday afternoon.

Where

Online, all over the World

When

Friday to Saturday
12-13 November 2021

Event Speakers

  • Alberto Brandolini

    Avanscoperta

    I like to solve problems and to write software that does that. I’ll flood you with sticky notes and call it #EventStorming. I run http://www.avanscoperta.it

  • Alessandro Violini

    flowing, agile, software development, decisionalità, metodo

    ID/UI Designer e Interface Developer, lavoro in Flowing dal 2002 azienda migrata all'agile nel 2008. Ad oggi aiutiamo il business dei nostri clienti a centrare i loro obiettivi aiutandoli con la tecnologia e il metodo.

  • Andrea Provaglio

    Agile Enterprise Coach, Agile Executive Coach, Keynote Speaker, Mentor

    Affianco aziende ed organizzazioni il cui business si basa sulla conoscenza e sull’innovazione (comprese aziende IT) a ripensare le proprie dinamiche organizzative, la loro struttura e mentalità, le loro pratiche e processi, così da permettere loro di fare business in modo più efficace nel 21mo secolo.

    Lavoro a stretto contatto con dirigenti, proprietari, manager e team operativi, and svolgo una serie di diverse attività che possono comprendere coaching individuale e di team, consulenza su specifiche pratiche e, occasionalmente, formazione “on the job".

    Mi interessano particolarmente i temi della leadership distribuita e dell’auto-organizzazione in aziende basate sulla conoscenza, un tema che tocca tutta una seria di aspetti, tra cui: strutture organizzative non convenzionali, capacità di comunicazione individuale e collettiva, e “social skill”. Inoltre, da oltre 10 anni sono un praticante Agile con clienti sia in Italia che all’estero.

    In oltre 20 anni di esperienza professionale, prima nel settore IT poi nell’Agile in senso più ampio, ho collaborato, in tre diversi continenti, con organizzazioni che vanno dalla FAO (Nazioni Unite) fino ad aziende o start-up piccole e dinamiche. Ho una vasta gamma di esperienza, sia nel settore privato che pubblico e con culture diverse.

    Risiedo in Italia ma ho anche lavorato per quattro anni negli Stati Uniti con un visto di tipo O-1 per “abilità straordinarie nelle scienze”.

    Come parte delle mie regolari attività, mi piace condividere quello che so partecipando come speaker alle principali conferenze internazionali del settore.

    Maggiori informazioni sono disponibili a:
    * http://andreaprovaglio.com/about
    * http://linkedin.com/in/provaglio
    * http://lanyrd.com/profile/andreaprovaglio/

  • Antonio Dell'Ava

    frontend developer

    Antonio is a frontend developer who firmly believes that valuable software results from proper explorations, learning, and collaborative decisions.
    He was born in the Southern Alps and has a background as an interaction designer, although he has always loved to code. He is interested in agile methodologies and technical decision-making. He is one of the organizers of M.U.G. (Marca User Group).
    Antonio loves cycling and bikepacking adventures.

  • Carlo Beschi

    -

    Carlo is a modern leader and a hands-off manager, with a broad skill set and a significant experience in both delivery and change. Since 2010, he has embraced agile ways of working, collaborative group facilitation and professional coaching as effective means to foster healthy environments, where people grow and projects succeed.

  • Diego Franciosi

    Agile Coach @ Vodafone

    Agile Coach & Professional Coach, Facilitator and Trainer. I have more than fifteen years of experience in software product development, gained in various contexts between Italy and UK. I support individuals and teams in improving their impact on work, I help organisations through coaching and mentoring to achieve better business results. I have provided professional training on agile methodologies, teamworking, leadership, process improvement and digital transformation.

  • Fabio Mora

    Software Engineer

    Fabio è un programmatore e Agile coach freelance entusiasta di Extreme Programming e Linux. Appassionato di open source, di economia e di tutto quello che riguarda la matematica e la scienza dei dati, ha prima fondato una web agency e poi lavorato in eBay come Software Engineer. Ama la musica, l’ingegneria del suono e la divulgazione scientifica.

  • Federica de Benedittis

    Development Consultant

    More than 20 years in organizational development. Coach and behavioral economics specialist

  • Ferdinando Santacroce

    In viaggio alla scoperta di modi migliori di sviluppare software e organizzazioni

    Ferdinando aiuta aziende e persone a crescere.
    Collabora con Agile Reloaded e Intré, lavorando con team che sviluppano software e prodotti.
    È stato sviluppatore, insegnante e formatore.
    Ha pubblicato un libro per Packt, "Git Essentials".
    E' membro attivo dell'Italian Agile Movement.
    E' un animale da conferenze: gli piace partecipare, parlare e organizzarle.

  • Francesco Fullone

    consultant, entrepreneur, community leader. startup mentor and advisor

    I'm Francesco Fullone, a business designer, consultant, and mentor and investor in technology companies focusing on sustainability or social impact.

    I help companies (in any stage) to better define their business propositions to create options to validate them, and I advise them to organize themselves better to reach their goals.

    I founded, and I contribute to Apropos, a company that helps communities, companies, and local groups organize events and workshops. If you attended an international conference about web technologies in Italy, you met me as a speaker, organizer, or attendee.

    I founded companies such as Digitiamo to create NLP and AI-related products, Carma, to work on the next food technologies. In the past, Ideato, where I contributed to its growth for more than ten years, creating an innovative and quality reference for the development agencies in Italy.

    I'm the president of the GrUSP, a no-profit association that encourages best practices in web development since 2002.

  • Francesco Pratolongo

    Agile Transformation Lead

    I started my professional journey as a software developer and I fell in love with Agile more than 10 years ago. Since then, I had the opportunity to work as Scrum Master, Agile Delivery Manager and Agile Coach in the Netherlands, UK, Sweden and Italy, both in large organisations and in scaled-up companies. For almost two years I've been Digital Transformation Manager & Agile Coaching Lead in Vodafone Italia.

  • Francesco Racanati

    Agile Coach & Trainer

    Dal 2013 lavoro per aziende che operano nell'ambito digitale in Italia e Brasile. Ho iniziato con il controllo di gestione, son passato al business operation e poi ho scoperto il mondo del product management. Nel 2018 ho iniziato il mio percorso come Scrum Master per poi approdare in Inspearit in qualità di Agile Coach e non riesco proprio a smettere! Piccolo spoiler: sono un "serious game addicted"

  • Lorenzo Cassulo

    Head of Product in Casavo

    I am passionate about product management and I love data when it comes to making decisions.
    I prioritize and refine my backlog thanks to all of the stakeholders and the product development team.
    More than anything I enjoy fast feedback from the market, craft beer, and retrogaming.

  • Luca Minudel

    Smharter.com

    Luca Minudel is a Lean-Agile Coach & Trainer, Transformation lead, Author and speaker, with over 20 years of experience in professional software delivery and digital product development, most of them with Lean and Agile.

    He is passionate about agility, lean, complexity science, and co-creation.

    He contributed to the adoption of lean and agile practices by Ferrari's F1 racing team. For ThoughtWorks, he delivered training, coaching, assessments and organisational transformations in top-tier organisations in UK, Europe and the United States. He worked as Head of Agility, Agile Transformation Lead, Lean/Agile Practice Lead, and as Lean/Agile Coach in companies such as HSBC, Lloyds, LexisNexis.

    Luca is the founder and CEO at SmHarter.com, a company that helps organisations turn their way of working into their competitive advantage.

  • Massimo Terzo

    Agile Strategic Consultant and Coach - Gentiluomo di Fortuna

    I am an Agile Coach and Consultant passionate about my job. I worked in London and Paris for different companies, every experience enlarged my perspective of the world.
    I worked for Renault in their Agile tranformation, a unique chance to see from the inside how a major corporate mutate and what are the challenges and opportunities in this situation.
    Before my Agile life I worked as Lean and Six Sigma expert in the retail, pharmaceutical, paper and automotive industries.
    I am currently working as a freelance Agile coach and consultant for Airbus and other companies.

  • Pierpaolo Muzzolon

    Business Coach, Trainer

    In estrema sintesi: mi sono laureato in ingegneria (sistemi informativi), ho lavorato in multinazionali americane e giapponesi fino alla pensione, accumulando 25 anni come dirigente (marketing e comunicazione).
    Quindici anni fa ho iniziato a lavorare su di me: tre anni per diventare counselor in analisi transazionale, gli studi per diventare coach. Mi ritengo un alleato della trasformazione, un agente al servizio della consapevolezza.

    Mi piace andare in aula (oppure su Zoom) portando temi su cui continuo a lavorare, a cercare.
    Non credo nelle leggi scolpite nella roccia e concordo con Judy Willis quando afferma che: “L’apprendimento non nasce in aule silenziose bensì in quelle in cui regna la gioia e l’entusiasmo della scoperta”. Per questo ho anche sviluppato un format che unisce coaching e musica.

  • Simone Casciaroli

    Engineering Manager at Babylon Health

    Simone Casciaroli is a technical leader specialized in creating autonomous teams that can ship value to users incrementally and continuously.
    Simone has spent the last two decades leading technical teams across startups and scale-ups with roles at the intersection of delivery, product, and technology.
    After being a founding member of NowTV and UnderwriteMe, Simone has co-founded three other companies in the health and personal development space.

    Recently he has joined Babylon Health, one the fastest growing Unicorn in Europe in the past few years.

Event Schedule

Room 1

Unconference

14:00 - 17:20

Room 1 - Key Note

L'illusione dell'ortogonalità (la sfiga non esiste) Alberto Brandolini

Cosa abbiamo scoperto in questi 20 anni? Che cercare di cambiare il mondo focalizzandoci su un singolo aspetto, il processo, il TDD, il clean code, non porta da nessuna parte. I veri cambiamenti avvengono quando scopriamo le reali interazioni tra le parti, quando lasciamo la specializzazione e cominciamo a vedere il vero quadro d'insieme.

Room 1

Neuroscienze del feedback nel coaching Pierpaolo Muzzolon

Dare e ricevere feedback non è facile. Quali sono le dimensioni che influiscono in questa attività? Conoscerle ci permette di contribuire alla costruzione di una sana cultura del feedback nei nostri team.

Room 2

Applicazioni pratiche della Complessità nello sviluppo software & di prodotti digitali Luca Minudel

Questa sessione illustra un panorama di pratiche ispirate dalla Human-Complexity che possono essere usate ogni giorno nello sviluppo software e di prodotti digitali. Viene presentato anche un nuovo approccio per adottare Human-Complexity thinking per farsi strada verso il nuovo modo di pensare attraverso la pratica.

Room 3

UX for Developers Antonio Dell'Ava

Il talk è una "narrazione" del mondo UX per gli sviluppatori. Lo scopo del talk è fornire nozioni di base e spunti per migliorare la collaborazione e la consapevolezza all'interno di un team agile. Nello specifico il talk prova a rispondere a 4 domande: 1. Perché è importante che anche gli sviluppatori coltivino una sensibilità ai temi della UX anche se non è la loro professione? 2. Quando è importante che i designer coinvolgano gli sviluppatori nel loro lavoro? 3. Quando è importante che gli sviluppatori coinvolgano i designer nel loro lavoro? 4. Cosa può fare uno sviluppatore quando non ha il supporto di uno UX designer nel proprio team?

Room 1

Human factors & DevOps: 101 Fabio Mora

SRE? DevOps? Agile? ITIL? Tutte buzzword sulla cresta dell'onda! Obiettivo comune? Ridurre il «time-to-market», intento che porta con sé vantaggi economici, comprime i rischi d'impresa, migliora il c.d. «worklife balance»... Ma rispetto al passato le novità puramente tecnologiche, non sono poi molte. Che ci può essere di nuovo quindi? In questa breve sessione vorrei concentrarmi su due aspetti: lo «human factor», ovvero i limiti delle facoltà umane — e, più in generale, apprendimento e persone (non «risorse», persone!).

Room 2

"Working software" is not enough, now we need "Working products" Lorenzo Cassulo

Many companies struggle with their product and tech organization because they experience slow delivery and see few outcomes. We all need to understand that crafting good software is no longer enough to be competitive in the modern digital landscape. Building digital product is what we need! It is way different than building software but is much more effective, much more rewarding and much more fun! How can we do that?

Room 3

What leaders can learn from the Montessori Method Simone Casciaroli

How a framework that treats children like adults can help you make the right decisions in the workplace. Many leaders struggle to create autonomous teams and let go of controlling behaviors. We will look at the principles of the Montessori method to see what we can learn that can help use promote autonomy while being supportive.

 

Coffe Break

Room 1

Agile Coaching - portiamo Londra a Milano (e viceversa)! Carlo Beschi

Londra, in molti sensi, e' "la mecca" dell'Agile. Fare Agile Coaching qui e' un privilegio fantastico. In Italia, ci sono, in compenso, un entusiasmo e un desiderio di imparare meno comuni "su a Nord". Da anni abbiamo aziende con sedi nei due paesi, e "agilisti viaggiatori". Adesso abbiamo anche, molto piu' di prima, lavoro - e communities - online, dove la geografia conta poco, o nulla. Vi racconto cosa sto facendo, io, nel mio piccolo, e vi dico anche che opportunita' abbiamo, secondo me, per crescere come individui, aziende, e industria.

Room 2

Beyond dogmas and frameworks: how to work around the constraints in a large-scale Agile Transformati Diego Franciosi & Francesco Pratolongo

When we embark in an Agile Transformation in complex and large organisations we often face certain types of constraints (Pre Existing Culture, Organisational Structure, Budget, etc.). Given those constraints and given the complexity of the Transformation, how do we choose which areas to focus on and which initiatives to pursue? And how do we execute those initiatives? In this talk, we will share with you the pragmatic approach we've been experimenting for the last couple of years, supporting us in the strategic prioritisation and execution of transformation initiatives.

Room 3

Life Cycle Design e Circular Economy: un caso reale Francesco Fullone

Come si trasforma il modello di business di un'azienda che stampa plastica per farle abbracciare logiche di economia circolare? In questo breve case study vedremo le logiche dietro al Life Cycle Design. Capiremo che impatto ha il proprio business sull'ambiente e come ridurlo in un'ottica di economia circolare.

Room 1

Agile Testing Matrix Ferdinando Santacroce

Lo sviluppo del software è una disciplina che include molteplici mezzi per garantire la qualità. Il testing, con le sue molte pratiche e strumenti, è uno dei più importanti. Ogni sviluppatore dovrebbe avere un quadro chiaro delle possibilità disponibili in questo campo. Questo talk raccoglie le conoscenze comuni sull'argomento e offre uno schema aggiornato per scegliere l'approccio e gli strumenti più adatti ad ogni circostanza.

Room 2

Bat Agile Coach - Eroi Agili che le Gotham-organizzazioni necessitano, ma non meritano! Francesco Racanati

Le "Gotham-orgs" son quei posti in cui la ricerca del valore viene continuamente corrotta da progetti, masterplan e command & control diffuso. Sono quelle organizzazione in cui, si pretende di fare "pianificazione predittiva in maniera agile", come se un'affermazione simile avesse un senso. Sono quelle organizzazioni in cui si brama l'agilità per i motivi sbagliati come efficientamento e controllo. Ecco quindi che in contesti simili il BatAgileCoach rimane l'ultimo barlume di speranza per coloro desiderosi di visione condivisa, empirismo e concretezza. Non mi dilungo oltre, devo proprio scappare, il BatAgile segnale è appena apparso in cielo! Se ne volete sapere di più e vi andasse di sorridere insieme con dei meme simpatici che descrivono le mie avventure, allora accettate la mia application!

Room 3

Miglioramento dei team: come rendere efficace un Retrospettiva Massimo Terzo

In questa sessione parlerò di come animare efficacemente una retrospettiva. Partiremo dal modello di Larsen / Darby in 5 punti per capire quali sono gli elementi chiave di una retrospettiva. Parleremo poi di team healthcheck e di tecniche avanzate di retrospettiva. Vedremo infine come integrare e monitorare l'attività di miglioramento nello sprint / iterazione. Nella talk parlerò di come la retrospettiva deve evolvere con la maturità del team e darò esempi di retrospettive fatte con team all'inizio del loro percorso agile e di retrospettive condotte con team più avanzati. Spiegherò come il ruolo di un Coach Agile o Scrum Master cambia nel corso dell'accompagnamento e di come la retrospettiva includa una componente di test & learn.

Room 1

Se non hai un contratto agile non sarai mai agile Alessandro Violini

Affermazione volutamente forte per riflettere sui limiti di un'impostazione miope che punta all'efficientamento dei team tralasciando troppo spesso tutto il resto del contesto. Dopo venti anni, come suggerisce l'incipit di quest'anno, cosa abbiamo appreso? Su cosa dovremmo puntare per migliorare il rapporto di sviluppo di prodotti/software e avvicinarlo ai principi del manifesto? Io partirei dall'inizio: il contratto.

Room 2

We've Always Done It That Way Andrea Provaglio

Si dice che una delle frasi più pericolose sia "abbiamo sempre fatto così". In termini di agilità, questo è sicuramente vero, perché l'essenza dell'agilità è la capacità di adattarsi a situazioni che ci prendono di sorpresa, ma senza perdere l'efficacia di quanto facciamo. Tradotto in termini di business, "abbiamo sempre fatto così" blocca l'innovazione, la possibilità di cogliere nuove opportunità e la capacità di "far girare" il proprio business anche di fronte a situazioni inattese e non prevedibili che, va detto, sono sempre più frequenti nel mondo globalizzato e tecnologico in cui viviamo. Ancora più pericolosa della frase, però, è il pensiero che la genera. Infatti, la maggiore sfida che incontro quando accompagno aziende verso la loro Business Agility, non è tanto l'aggiornamento di pratiche e di processi quanto, piuttosto, la creazione di un nuovo quadro di riferimento concettuale nel quale inserire l'agilità. In assenza del nuovo quadro di riferimento, il "abbiamo sempre fatto così" è molto potente. Per cui la domanda è: come favorire l'adozione di un nuovo quadro di riferimento, senza andare in conflitto con quello esistente? La risposta che mi sono dato è: attraverso il linguaggio ed il vocabolario (o almeno in parte). Questo, ovviamente, non prescinde dalla pratica, ma le fa piuttosto da complemento, andando a lavorare a un livello più profondo. Detto chiaramente, lo scopo di questa sessione non è di filosofeggiare sulla percezione della realtà, ma di dare strumenti concreti per migliorarla. Andremo quindi a vedere alcuni approcci che possono aiutare le aziende e le persone che lo animano ad integrare le pratiche di Business Agility in un quadro moderno e coerente, invece che in quello dell'"abbiamo sempre fatto così" del quale, spesso, non sono nemmeno consapevoli. Il contenuto della sessione è rivolto a manager, leader, team di lavoro e a chiunque operi nelle aziende per promuoverne l'agilità.

Room 3

Leading by coaching. New leadership patterns to drive changes Federica de Benedittis

In this distruptive time we are all immerse in a VUCA time where everithing is volatile uncertain complex and ambigous. The organization needs to face and rapid changement in a creative way to survive. New skills and ability are fundamental to lead teams and drive the organization to be successfull. For these reasons new leadership patterns and models are rising. The effecrive leaders are now the ones who can approach the staff with a coaching style that allora them to inspire and deeply motivate the people in the work enviroment

Room 1

Report IAM degli anni ed evoluzioni

Sponsors

Want to become a sponsor? Take a look at the guide!

Media Partners

Contact Us

Facebook

agileday page

Twitter

@agileday

Linkedin

IAM Page